Show Radio_Alla ricerca della Consapevolezza

domenica 16 settembre 2012

Tra gnosticismo e miti sumeri: chi siamo?

Non scrivo spesso su questo blog, ma questo non significa certo che il mio pensiero indipendente si stia affievolendo, anzi. Semplicemente mi sto dedicando al atre attività multimediali. Gruppi su Fb per esempio, mi piacciono perchè sono divisi per tema, cerchi quello che ti interessa, ti iscrivi et voilà, eccoti catapultato in mezzo a tate persone che condividono il tuo stesso argomento. Oggi parlavo su Storiadossier, il gruppo relativo al mio progetto, di cui sono il fondatore e membro (pubblicità occulta he he), con un amico della rete, una persona che ho incontrato sul web e con la quale mi piace discutere. In pratica questo è il post (naturalmente ho cambiato il nome della persona con "Interlocutore" io la rispetto la privacy mica faccio come Facebook). Ecco il senso del discorso.

Interlocutore
Se l'uomo e' stato "creato" da Dio ad immagine e somiglianza propria e tanti uomini sono Idioti questa qualità è intrinseca nell'uomo perché ereditata dal creatore o è un evoluzione della creatura ?

Marco Lucisani 
Dopo aver letto la versione gnostica delle scritture che hai postato ieri l'altro, quest'ultima vista in parallelo con le tavolette sumere della creazione, la situazione dovrebbe essere la seguente: siamo ibridi a metà tra il materiale e lo spirituale (quest'ultima parte suddivisa in ulteriori due anima+spirito). Questo ibrido, l'uomo, consiste in una forte componente materiale che sarebbe il risultato di un "incrocio" tra qualcosa che esisteva prima di noi (homo abilis?) e qualcosa che sarebbe "sceso dal cielo" ( gli dei della creazione?). A questo si aggiunga la componente spirituale di tali creature che, secondo lo gnosticismo, sarebbe stata introdotta in noi unitamente alla componente suprema dell'unico Dio. Un gran casino! In pratica siamo più potenti dei nostri creatori, gli Arconti gnostici, ma ignorando la nostra forza, non sappiamo affrancarci dalle debolezze intrinseche al nostro essere, non riusciamo a "filtrare" le nostre componenti di livello più basso, più materiale e pertanto siamo imprigionati nella materia. In due parole: siamo dei riflessi divini inconsapevoli di esserlo e imprigionati nelle pulsioni materiali che umiliano la nostra anima.

Interlocutore
credo di avere capito....come mangiare e fare l'amore a certe pulsioni non ne possiamo fare a meno,siamo a metta' tra la carra' e japino,la nostra parte occulta (japino) viene fuori sempre anche se non si vede. I nostri "creatori" di casini ne hanno combinato, ottimisticamente sono convinto che l'uomo si evolvera' in meglio, malgrado tutto l'uomo e' stato peggio di cosi' e non puo' che migliorare,i dubbi mi salgono vedendo carboni religiosi unirsi a fare danno,assomigliano molto ai tifosi del calcio. faccio un'ultima considerazione :perche' queste divinita' hanno bisogno di essere difese dalla creatura,forse non hanno tempo di occuparsene ? sono impegnati ?a far cosa ?

Marco Lucisani 
peggio ancora, è come se li evessero frullati insieme. Quando mangi o fai l'amore, c'è sempre una componente spirituale che va oltre la biochimica. In questo miscuglio siamo invischiati talmente tanto da non poter separare nettamente le due cose. Allora? Forse attraverso la consapevolezza arriveremo a filtrare, ad educare, a progredire la nostra parte più materiale, fino ad elevarla. Certamente non si può operare un taglio netto, ma piuttosto dovrebbe assomigliare di più ad una convivenza forzata.

Interlocutore
il famoso libero arbitrio e' che "loro" qualche casino nel mentre lo combinarono e lo chiamarono in questo modo. e' vero ,siamo cosi' potenti che s'e' ci impegniamo oltre la terra potremmo annientare anche il nostro sistema solare, ogni tanto succede che bambini molto piccoli impugnano la pistola dei genitori e gli uccidano inconsapevolmente ,credo che i creatori o si sono dati alla macchia o fuggiti per paura di fare questa fine.

Marco Lucisani 
Siamo così potenti da poter fare praticamente tutto, siamo così invischiati nel materialismo che riusciamo a rivolgere verso il male tutto ciò che facciamo, fosse anche a fin di bene. Mentre scrivo mi viene in mente la scoperta del polonio dei coniugi Curie. Diedero la vita per la scienza medica ma, come sappiamo tutti, alla fine l'applicazione principale dei materiali radioattivi è in ambito militare. Poi non parliamo di Tesla, la sua vita stessa è un esempio di ciò che ho scritto sopra. Tutte le sue scoperte, che voleva donare all'umanità, hanno finito per avere utilizzi commerciali o, peggio ancora, militari. In ogni caso la sfera materiale tende all'assoggettamento dei propri simili sotto tanti aspetti (militare, politico, economico, ecc...). Qui si aprono due fronti: quelli che usano la conoscenza per sottomettere (la maggior parte della gente) e quelli che invece la vogliono condividere con gli altri. Ma questi ultimi sono davvero una parte esigua, sono i "fessi" della società materialistica nella quale in troppi dimostriamo di essere a nostro agio.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono consentiti soltanto a chi si assume la piena responsabilità di ciò che scrive

Si è verificato un errore nel gadget